28.8.11

Stand Alone Complex


Il logo sullo sfondo del blog è il simbolo del Laughing man (Uomo che ride), personaggio chiave della serie cyberpunk Ghost in the Shell: Stand Alone Complex.
Dietro al Laughing man si cela l’hacker più abile del mondo, che lancia una guerra personale per smascherare un complotto tra governo e industrie farmaceutiche, causando più o meno volontariamente una catena di eventi definibili come Stand Alone Complex o "Complesso del Solitario". Questa premessa necessaria serve a introdurre l’argomento del titolo:

Cos’è lo Stand Alone Complex?

Per spiegarlo bisogna scomodare la sociologia della comunicazione: originariamente questo termine stava ad indicare "i dilemmi e le preoccupazioni che la gente si troverebbe ad affrontare se facesse troppo affidamento sulle infrastrutture dei nuovi mezzi di comunicazione”, ossia il panico da blackout delle comunicazioni, ma Stand Alone Complex viene ora usato per definire un fenomeno in cui azioni non correlate, ma molto simili, di più individui creano uno sforzo apparentemente convergente.

Uno Stand Alone Complex può essere paragonato all’emergere di un comportamento emulativo come spesso si verifica dopo “incidenti” quali omicidi seriali o attacchi terroristici. Un incidente cattura l'attenzione del pubblico e determinati tipi di persone "saltano sul carro", per così dire.
Ciò risulta particolarmente evidente quando l'incidente si rivela essere il risultato di convinzioni politiche o religiose molto diffuse, ma può verificarsi anche in risposta a un'intensa attenzione dei media.
Ad esempio, un semplice incendio, non importa il numero di morti, è solo una tragedia locale qualsiasi. Tuttavia, se il giusto tipo di persone comincia a credere che sia stato doloso, causato da un'azione deliberata, la minaccia che vengano appiccati altri incendi dolosi aumenta drasticamente.

Quello che differenzia lo Stand Alone Complex dal comportamento emulativo normale è che non esiste un vero e proprio autore originale dell'azione copiata, ma solo una voce o l’apparenza che l’azione sia avvenuta. Ci possono anche essere individui che vengono identificati come ideatori, ma in realtà, nessuno ha iniziato il comportamento originario. Nello Stand Alone Complex, la facciata deve esistere solo nella mente del pubblico.
In altre parole, un emulatore potenziale deve solo credere che il comportamento copiato sia avvenuto per mano di un originale, mentre in realtà non è così. Il risultato è un’epidemia di comportamenti emulativi per ottenere un determinato risultato. Si potrebbe dire che lo Stand Alone Complex è un'isteria di massa senza fondamento, ma che provoca un cambiamento complessivo della struttura sociale.

Un punto chiave è che a causa del network informatico che sempre più permea la società, sempre più persone sono esposte alle stesse informazioni e stimoli, rendendo la coscienza diffusa e le risposte di grandi gruppi di persone sempre più simili, con il risultato che i potenziali comportamenti di emulazione che formano uno Stand Alone Complex aumentano in modo esponenziale. Non esiste un Uomo che ride originale, non c’è nessun leader. Ognuno agisce per conto suo, ma emerge un insieme coerente. Ci sono persone che adottano il comportamento-copia prima di altri, ma ciò che origina l’intera  concatenazione resta indefinito.

Forse quello che ci manca in questo momento, è proprio un Laughing man che scateni una reazione a catena nella nostra società.
Quale possa essere però l’atto originario fittizio, la miccia per appiccare l’incendio, non lo so davvero.
D’altra parte, sono solo un emulatore dell’originale…che in realtà nemmeno esiste.

R

1 commento: